Monte Disgrazia

Warning

Di seguito brevissima descrizione degli itinerari alpinistici possibili dal rifugio Gerli-Porro. Si sottolinea che ognuno deve avere corrette conoscenze e buon comportamento per affrontare le salite alpinistiche.

Floriano è sempre disponibile a dare maggiori informazioni e ad organizzare gite con guida!

Monte Disgrazia 3678 m
Dislivello: dal rifugio Gerli-Porro alla vetta 1678 m
Tempo di salita: 10 ore
Difficoltà: AD+ Punti appoggio: Bivacco Oggioni (3151m)
Attrezzatura: corda, piccozza e ramponi, un paio di chiodi da ghiaccio.

Percorso per la via Corda Molla

Dal rifugio raggiungere prima il Bivacco Taveggia e quindi il Bivacco Oggioni (9 posti comodi) (circa 4 ore, attenzione al ghiacciaio crepacciato).

Dal bivacco risalire il pendio nevoso che conduce all’attacco della cresta, lasciando a sinistra la punta Kennedy.

Prima parte molto bella con alternanza di pendii nevosi e roccette di misto facili (II – max III) su roccia ottima. Crestina affilata e ultimo pendio nevoso ripido che porta sotto una bastionata rocciosa (il Bivacco Rauzi è posto appena sotto la cima ed e’ visibile in cima alla bastionata).

Risalire la bastionata o tenendosi su roccette facili e neve a sinistra, oppure direttamente puntando al bivacco con arrampicata un po’ piu’ impegnativa(IV+/V).

Alternative alla Corda Molla: Cresta Est dal Passo Cassandra, parete nord oppure la normale dalla Val Masino

Discesa:

1. per la via normale: facile, non pericolosa, che porta in Val Masino.

2. corda doppia dal bivacco Rauzi fino al ghiacciaio, da qui o si ritorna al bivacco Oggioni oppure si scende direttamente verso il ghiacciaio del Ventina (richiesta maggiore attenzione. Tratti esposti a scariche).