Cresta Est – Punta Kennedy

Dal bivacco Taveggia  proseguire fino a raggiungere la cresta rocciosa soprastante.

Aggirare sulla destra il primo tratto, dapprima percorrendo per un breve tratto la traccia che porta verso il biv. Oggioni, quindi per neve ed un ripido canalino nevoso riportarsi sul filo a monte del primo gendarme. Dall’intaglio risalire una bella placca per circa 40 metri (IV) fino ad un salto verticale che si supera direttamente (2 chiodi; IV) toccando il filo di cresta alla base di una placca adagiata. Salire facilmente la placca per due lunghezze proseguendo nei pressi del filo sul versante sud fino a dei gendarmi. Passare a sinistra di questi sfruttando una cengia fino ad un breve strapiombo (6 metri; IV); una volta tornati sul filo si prosegue fino ad un nuovo salto. Evitare il salto a sinistra (Sud), superare una placchetta e scavalcare il filo di cresta passando sul versante nord scendendo in breve ad un colletto. Per un diedro a sinistra del filo e per una successiva serie di diedrini si tocca infine la vetta.
Discesa: scendere per la cresta N-NE fino a raggiungere il bacino superiore del ghiacciaio della Vergine; riprendere la traccia che sale all’Oggioni fino a tornare al colletto appena sopra il bivacco Taveggia
Il rifugista, guida alpina Lenatti Floriano, è disponibile per consigli e ulteriori spiegazioni.